Un corso di Alta cultura sul cinema e il linguaggio cinematografico, coordinato dalla regista di cinema e teatro Porzia Addabbo.
Dal Dopo guerra fino agli anni ’70: esplorare e comprendere il linguaggio del cinema italiano.

Dal Dopo guerra ad oggi, un corso per esplorare e comprendere il linguaggio del cinema italiano. Da Vittorio De Sica a Paolo Sorrentino, passando per Fellini ed Antonioni, i periodi storici delle opere e degli autori, le diverse scuole, le tecniche e le tendenze narrative.

Il Corso è  rivolto agli amanti del cinema, ai “fans”, a tutti quelli che desiderano approfondire la conoscenza dell’Italia contemporanea attraverso la sua più grande forma di comunicazione.

  • Il materiale didattico del corso sarà creato ad hoc, con testi e saggi originali, e perciò
  • Le lezioni possono tenersi nelle lingue: Italiano, Inglese, Italiano e Inglese.
  • Il corso può essere integrato o incluso in altri corsi.
  • Il corso è modulabile in sessioni tematiche.
Il corso sarà coordinato e condotto da Porzia Addabbo, Regista di Teatro e Cinema. Tra le sue opere “La Boeheme” (dal New York Times), su incarico di Opera Ireland, opera che trae ispirazione dal pluripremiato film Bohème al Carcere di Maiano di Spoleto.  Lavora e dirige diversi progetti di Teatro di Comunità ed è invitata come docente presso l’Università di
Limerick. Attualmente è Direttore Artistico e Creativo della International Court of Freedom.                        Tutti i materiali didattici saranno creati ad hoc e perciò esclusivi.